Check-Up Intolleranze Alimentari

Bisogna ricordare che il nostro sistema digerente è la sede funzionale di un vero e proprio ‘’cervello’’, importante quanto il cervello propriamente detto, in grado di gestire quella complessa operazione chiamata digestione degli alimenti. Dobbiamo anche ricordare che il 60-70% del nostro sistema immunitario ha sede proprio nell’intestino, ed il suo funzionamento è condizionato da una corretta presenza della flora batterica intestinale.

La flora batterica intestinale è formata da 500 tipi diversi microrganismi in continua riproduzione ed eliminazione, controllata in modo che la percentuale di presenza di ogni singola specie sia utile al sistema. Quando si crea uno squilibrio in queste percentuali , cioè l’alterazione della flora batterica intestinale, si ha il fenomeno della ‘Disbiosi’, cioè si ha una proliferazione anormale di uno o più microorganismi intestinali; per qui alcuni alimenti favoriscono ulteriormente questa ‘Disbiosi’  rendendo l’organismo intollerante agli stessi; però vista l’estensione del nostro intestino, l’interruzione dell’assunzione di quello/i alimenti non tolleranti e il ripristino di una flora intestinale corretta,  fa si che il fenomeno della intolleranza alimentare sia transitorio. Le tossine che si formano durante i processi digestivi nelle intolleranze alimentari hanno un organo bersaglio diverso per ognuno di noi. Ciò è probabilmente dovuto dal fatto che tutti gli individui presentano un organo o una struttura del corpo più debole delle altre quindi più aggredibile.

E’ evidente che un controllo di eventuali intolleranze alimentari riveste particolare interesse per i bambini e ragazzi in età scolare.

Una volta individuato l’alimento o gli alimenti intolleranti basta alcuni mesi di digiuno dell’alimento per ripristinare le condizioni intestinali normali.                                                                                                                     

 Il Metodo di ricerca impiegato dai nostri specialisti nella nostra sede associativa, per determinare eventuali alterazioni funzionali nei processi digestivi, è chiamato E.A.V. (Elettro Agopuntura di Voll).

 

L’EAV rappresenta una sintesi, effettuata dal Dr.Voll nei primi anni cinquanta e successivamente dal Naturopata americano D.Leber, tra l’agopuntura tradizionale cinese, la medicina clinica Occidentale, la farmacologia Omeopatica e l’Omotossicologia. Quindi grazie a Leber, possiamo finalmente disporre anche in Italia di un’apparecchiatura completamente computerizzata, per un Check-Up Funzionale assolutamente indolore.                                                                                                                                                                                  I valori rilevati nei vari punti riflettono lo stato di salute dei corrispondenti organi e delle corrispondenti funzioni organiche quali, per citarne alcuni: Intestino crasso, Processi allergici, Metabolismo endocrino, Intestino tenue, Pancreas, Milza, Fegato, Stomaco, Rene.

 

Quindi mediante il Test Funzionale accertiamo:

  • Eventuali stati di infiammazione o degenerazione organica                                                                                         

  • Si accertano vari tipi di allergia, incluse le intolleranze alimentari, senza usare tecniche invasive                    

  • Si individua, prima della stessa somministrazione, i rimedi più adatti al soggetto.

Possiamo perciò definirlo un test altamente rivoluzionario diviso in due parti:

La prima parte molto veloce ci permette di individuare il sistema organico e l’organo disturbato.

La seconda parte invece è quella più utile per l’individuazione di eventuali intolleranze alimentari e chimiche.

Seguici su

  • Facebook - White Circle
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now